Gosheven

live: * Prima Italiana

21.07.2018

Gosheven è il progetto solista dell’ungherese Bálint Szabó, il quale porta in scena, per la prima volta in Italia in occasione di NeXTones, il proprio mondo sonoro fatto di armonie “strane e assorbenti”.

Bálint Szabó è membro anche dei 12z (due album all’attivo su Other People di Nicolas Jaar) e curatore per il centro culturale Trafò House a Budapest.
“Leaper” è il suo primo lavoro uscito in formato cassetta (2017) per la visionaria Opal Tapes e si contraddistingue per l’utilizzo diversi sistemi di accordatura, sviluppati attraverso studi e sperimentazioni personali con la chitarra elettrica. Ispirato dai grandi minimalisti americani quali La Monte Yooung e Terry Riley, oltre che dai compositori classici del Rinascimento italiano, basti pensare che una traccia è basata su un opera di Giovanni Maria Trabaci, Gosheven ha generato un proprio mondo sonoro fatto di atmosfere sognanti.

Il suo recente “Bivaq” (2018, Opal Tapes) è ancora un personalissimo dipinto che esplora la vulnerabilità dell’animo umano creando quasi universi paralleli.