Robert Henke

a/v laser performance: Lumière III (open-air version)

20.07.2018

Il progetto Lumiere III sarà presentato per la prima in Italia, in occasione di NeXTones 2018, sebbene l’evento sia stato già annunciato in occasione dell’edizione 2017 e annullato a causa del maltempo.

Lumière III è l’ultimissima versione dell’opera multimediale che esplora i confini della tecnologia laser sfruttandone le proprietà intrinseche e spingendole fino all’estremo. Ciò porta alla creazione di immagini mai viste prima che coprono tutto lo spettro del visivo. Si passa dalla purezza del bianco assoluto all’oscurità quasi totale, da colori impossibili da ottenere mediante tecnologie video tradizionali a forme e fenomeni cinetici eleganti ed elaborati.
Nel titolo della performance, Lumière, c’è il riferimento al medium utilizzato, la luce, ma si ritrova altresì il riferimento ai pionieri del cinema degli albori, Auguste e Louis Lumière.
Robert Henke ha sviluppato in prima persona un software che permette di stabilire una connessione costante fra la parte musicale e quella visiva, andando a comporre un’unione indissolubile fra i due medium e facendo di Lumière un opera altamente immersiva a metà fra concerto elettronico e visual art.
Il software di controllo laser, così come la programmazione visuale, il sound design e l’interazione in tempo reale sono sviluppati da Henke stesso che per l’occasione ha elaborato una speciale versione open air dell’opera utilizzando i più potenti apparecchi laser in circolazione.

Robert Henke è un artista specializzato nel campo delle installazioni audiovisive e in ambito musicale e performativo. È nato nel 1969 a Monaco e vive attualmente a Berlino. Dotato di un forte background in campo ingegneristico e sensibile al fascino della tecnologia, Henke attribuisce alla creazione dei propri strumenti di lavoro così come degli algoritmi che li operano un ruolo cruciale all’interno del processo creativo.
Ingegnere e professore di Sound Design all’Università delle Arti di Berlino, ha avuto un ruolo cruciale nello sviluppo del software Ableton Live, strumento fondamentale nella produzione di musica elettronica fin dal 1999. Titolare del progetto musicale Monolake, con nove album e innumerevoli singoli all’attivo dal 1995 ad oggi, le sue opere sono state presentate presso Tate Modern, Centre Pompidou, MoMA PS1 e nei più importanti festival internazionali.